• CASA DI RIPOSO VILLA GIULIA FELICIA
  • CASA DI RIPOSO VILLA GIULIA FELICIA
  • CASA DI RIPOSO VILLA GIULIA FELICIA
  • CASA DI RIPOSO VILLA GIULIA FELICIA
  • CASA DI RIPOSO VILLA GIULIA FELICIA

FISIOTERAPIA

La terapia Occupazionale cos'è:
"II terapista occupazionale è l'operatore sanitario che,opera nell'ambito della prevenzione, cura e riabilitazione dei soggetti affetti da malattie e disordini fisici psichici sia con disabilità temporanee che permanenti utilizzando attività espressive, manuali rappresentative, ludiche, della vita quotidiana".
L'obiettivo principale è quello di ricondurre la persona disabile, tenendo conto dell'età, della gravità della malattia, della prognosi e del contesto sociale in cui vive, ad una condizione di massima autonomia ed indipendenza possibile.
L'Autonomia, per il terapista occupazionale, non è solo aiutare la persona a muoversi, vestirsi o mangiare da sola, ma anche metterla in grado di scegliere, decidere della propria vita, organizzarsi, rifiutare, assumersi responsabilità e doveri, desiderare, avere interessi per sé.

La Terapia Occupazionale in Geriatria
La terapia occupazionale applicata nel settore geriatrico viene caratterizzata da patologie la cui natura si modifica continuamente a causa del processo di invecchiamento. I quadri clinici abituali sono le patologie di origine neurologica (come l'ictus cerebrale, il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla, la demenza senile, le patologie degenerative e reumatiche del sistema scheletrico e muscolare, le situazioni susseguenti a fratture, amputazioni o asportazione di tumori, le depressioni, le psicosi e le nevrosi).
Le patologie multiple, i quadri clinici acuti e cronici e gli elementi esterni, determinano le misure da adottare. Per mantenere un grado di autonomia che sia il più possibile elevato nella vita quotidiana, è necessario ripristinare le funzioni perdute e preservare le capacità ancora disponibili.

La terapia occupazionale in questo settore specifico comprende:

L'incremento delle capacità motorie e funzionali per quanto riguarda la mobilità e la destrezza;
L'attivazione di capacità cognitive e neuropsicologiche per migliorare, ad esempio, il senso di orientamento;
Le istruzioni di auto- aiuto in occasione dell'assunzione di cibi e bevande, delle operazioni di vestizione e di cura dell'igiene del proprio corpo, della deambulazione e della comunicazione, affinchè i pazienti siano il più possibile autonomi;
La consulenza- prestata anche ai parenti- per quanto riguarda l'adattamento degli spazi abitativi e dei mezzi ausiliari;
L'assistenza prestata quando si verificano situazioni di cambiamento o di perdita, allo scopo di mantenere intatta la stabilità psichica.

 

Ogni progetto terapeutico, assolutamente individualizzato, parte da un’attenta osservazione iniziale, mirante a valutare in situazione:

  • abilità cognitive;
  • abilità motorie;
  • abilità prassiche;
  • autonomie personali;
  • assetto relazionale;
  • assetto emotivo individuale;
  • capacità di comunicazione e socializzazione;
  • attitudine e motivazione.

Dall’osservazione e dalla conoscenza dei dati emergeranno gli obiettivi proponibili e quindi il progetto, basato su strategie d’intervento personalizzate che mirano a porgere attività, conoscenze e modelli di autonomia in funzione della peculiarità clinica e delle modalità apprenditive individuali. E’ in questa ottica di stretta connessione tra azione e pensiero che si pongono le attività, strumento privilegiato della T.O. Esse possono essere di vita quotidiana, di lavoro, di gioco, di artigianato; mai proposte a caso ma sempre inserite nella storia personale dell’utente, nelle sue caratteristiche di personalità, nel suo livello di sviluppo motorio, intellettivo ed affettivo, nella sua specifica modalità di apprendimento, nel suo contesto familiare e sociale. L’organizzazione prevede momenti e spazi in grande gruppo, per le attività comuni (merende, uscite per visite guidate, manifestazioni, feste); altri tempi strutturati in piccolo gruppo (laboratori); altri per interventi individuali.

I laboratori sono strutturati per:

  • le autonomie;
  • le attività espressive (cartapesta, pittura, collage, gioco, drammatizzazione);
  • musica;
  • cucina;
  • attività motorie e sportive;
  • giornalismo e comunicazione;
  • attività didattiche.


Infine, non si può prescindere da una verifica valutativa in itinere degli obiettivi posti. Non è importante, in T.O. esclusivamente il prodotto finale né la sua rifinitura perfetta; è il processo di realizzazione che assume importanza fondamentale: come il soggetto adopera l’oggetto, se e come lo trasforma, come lo gestisce.

CASA DI RIPOSO VILLA GIULIA FELICIA srl | 39, Via Dei Dei Pratoni - 00030 Colonna (RM) - Italia | P.I. 11670921003 | Tel. +39 06 9485311   - Cell. +39 333 5821616 | villagiuliafelicia@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite